<div id="netparadeb5893"><div id="netparaded5893"> <a href="https://www.net-parade.it">classifica</a> <a href="https://www.net-parade.it/cgi-bin/link.aspx?utente=grazianabernabei">www.grazianabernabei.it</a> <a href="https://scambiobanner.net-parade.it">net parade scambio banner</a> Net-Parade.it Snippet </div><script type="text/javascript" id="netparades5893">(function() {function async_load(){var s = document.createElement("script"); s.type = "text/javascript"; s.src = "https://tools.net-parade.it/script/get_bottone.aspx?num=5893&utente=grazianabernabei&w=580&h=40&bott=https://tools.net-parade.it/images/novita_blu_s.gif";var x = document.getElementById("netparades5893"); x.parentNode.insertBefore(s, x); }document.getElementById("netparaded5893").innerHTML = "";async_load();})();</script></div>

2 NOVEMBRE I DEFUNTI 

 Il 2 novembre, si celebra la giornata della commemorazione dei defunti. Vediamo come si può parlare di morte ai bambini e come si festeggia questa ricorrenza in Italia

 E' il giorno dei morti nel quale si ricordano i nostri cari defunti. Per i bambini, così come per gli adulti, la perdita di una persona cara è un'esperienza sconvolgente: bisogna separarsi “per sempre” da una persona amata. Per insegnare ai bambini come affrontare una separazione “per sempre” occorre farli prendere coscienza che esiste un ciclo della vita nell'arco del quale si nasce, si cresce, si invecchia e si muore. Questa consapevolezza prepara i bambini ad accettare i distacchi e la fine terrena delle persone. Secondo Murray Bowen, un noto psicoterapeuta familiare, la capacità dei bambini di affrontare la morte dipende molto dagli adulti che gli sono vicini. L'atteggiamento più saggio da assumere da parte degli adulti è presentare ai bambini la morte come un evento naturale, utilizzando ovviamente termini comprensibili a seconda l'età del bambino. Per i bambini è importante anche partecipare ai funerali e frequentare il cimitero; il celebrare insieme agli altri (religiosamente o laicamente) la morte di una persona cara rappresenta un rito sociale e culturale importante per avviare il processo di elaborazione del lutto. Gli adulti devono esprimere le loro emozioni e il loro dolore davanti ai bambini e non viceversa negando l'evento non parlandone più oppure trasformando la perdita in un segreto da tenere nascosto. 

La Commemorazione dei defunti è una ricorrenza della Chiesa cattolica. Era anticamente preceduta da una Novena e celebrata il 2 novembre di ogni anno. Nel calendario liturgico segue lafestività di Ognissanti, che ricorre infatti il 1º novembre. In Italia, benché molti lo considerino come un giorno festivo, la ricorrenza non è mai stata ufficialmente istituita come festività civile. È consuetudine nel giorno dedicato al ricordo dei defuntivisitare i cimiteri locali e portare in dono fiori sulle tombe dei propri cari.



 

POESIE

IL RICORDO
Tutti abbiamo da ricordare,
qualcuno che non può più tornare,
ma sappiamo che egli è sempre presente
nel nostro cuore e nella nostra mente
 
DUE NOVEMBRE
Oggi il camposanto si è vestitto a festa.
Ogni tomba ha un fiore e un lumino acceso.
Il camposanto, oggi, 
è un giardino tutto in fiore.
Nella tua pace, Signore, 
dormono i morti.